Il torrone
 
Il torrone, da sempre apprezzato e consumato dalle classi agiate, come da quelle più povere, era conosciuto già al tempo dei Romani come dimostrano alcuni scritti di Tito Livio. Anche il poeta latino Marco Valerio Marziale ci racconta che la “cupedia”, nome con cui era conosciuto dai romani il torrone, era una delle specialità gastronomiche dell’entroterra campano e non a caso i venditori ambulanti di torrone vengono tuttora chiamati"cupetari".
Le principali varietà di torrone sono quello friabile e quello morbido: la differenza sostanziale fra le due è dovuta a diversi fattori. Innanzitutto il diverso grado di cottura dell'impasto: nel torrone friabile la cottura è solitamente prolungata nel tempo fino a giungere a 12 ore. Altrettanto importante è la composizione della ricetta ed il rapporto tra il miele lo zucchero e la quantità di frutta secca al suo interno.
Varianti più moderne comprendono il torrone classico ricoperto di cioccolato, o ancora il torrone farcito di pandispagna e ricoperto al cioccolato.
 
 
Il cioccolato e le uova di Pasqua
 
Il cioccolato (o cioccolata, specie se fuso) è un alimento derivato dai semi dell'albero del cacao diffuso e ampiamente consumato nel mondo intero. È preparato a partire dal burro di cacao con aggiunta di polvere di semi di cacao, zucchero e altri ingredienti facoltativi, quali il latte, le mandorle, le nocciole o altri aromi.
Il cioccolato viene lavorato nelle forme più svariate, la più comune è la tavoletta, ma viene anche modellato in forme e grammature diverse, specie in occasione di ricorrenze o festività. Ad esempio per la Pasqua viene modellato nelle classiche uova (al fondente, al latte, alle nocciole ecc) o in forme più tradizionali come campane e galline nonchè in soggetti più moderni quali conigli, paperi e tante altri.


La frutta secca
 
Numerosi sono i frutti e semi che si prestano a essere preparati sotto forma di frutta secca, il che permette loro di essere conservati ben al di là del normale periodo di conservazione. Questo procedimento può riguardare frutti sia interi, sia tagliati a pezzi, a cubetti o anche macinati.
La frutta secca può essere consumata così com'è oppure può essere impiegata come ingrediente nella preparazione di ricette culinarie o di pasticceria.

Copyright © 2013 Le Tre A srl | Ospedaletto d'Alpinolo | p.iva 01914990641 | credits